Quando vogliono farti passare a tutti i costi per quella che non sei

Oggi ci mancava giusto la tipa del supermercato, addetta all’accoglienza peraltro, non vi dico che accoglienza! Dovevo prendere delle cose per mamma, su consiglio dell’assistente del Professore che l’ha operata. Ieri non ha mangiato, aveva ragione, lo ha detto proprio lei. Il cibo che hanno dato anche a loro era immangiabile. Di qui il consiglio di portarle da casa 🏡 dei manicaretti che a lei piacciano. Una rivista, finalmente il telefono, le serviranno anche da stimolo. Ovviamente al supermercato non sempre si trova quello che serve, ne ho girati tre.

Sono andata a cambiare delle cose, incappo nell’antipatia fatta persona. Ora chi mi conosce un pochino, sa che tendo ad avere una gran pazienza, ma questa tipa era lì per farmi saltare i nervi. Capiva fischi per fiaschi o faceva la scema per non andare in guerra. Con buona grazia le ho fatto presente che i prodotti erano tutti perfettamente sigillati, con tanto di scontrino a corredo. Ah, non sono regali, no. E allora se li ha scelti lei, come mai non vanno bene? Non sono per me, devo portarli in ospedale. Ah, non sono per lei quindi? Le sembro ricoverata? Caspita quante cose da cambiare però, erano quattro stupidaggini. Non sono deficiente le ho detto che vado a fare la spesa e dieci minuti dopo cambio idea 💡 anche fosse poi? Ma non è. Il problema le ho detto è che la gentilezza non rientra proprio nel suo DNA. No, è che lei è un po’ troppo nervosa. No, è lei che non è gentile e mi sono fatta sentire da tutto il supermercato. Ne avevo le tasche piene, per non dire altro. Il punto è che un tempo si diceva che il cliente ha sempre ragione, che non è detto sia vero. Tuttavia, adesso il cliente è sempre un coglione e rispondono pure. Ci sarebbe stato da chiamare il direttore, ma non volevo perdere tempo. Quello che le dovevo dire, forte e chiaro, l’ho detto. Ma quello che mi secca però è passare per quella che non sono. Se fossi stata arrabbiata 😠 per fatti miei, non lo avrei fatto scontare a lei. Ma io una più ignorante ed inetta non l’ho mai incontrata e mi sono contenuta. Avrei potuto fare di peggio. In ogni caso ci mancava giusto lei. Poi sono io che sono troppo nervosa, ma ringrazia Dio che hai incontrato me, ti è andata di lusso, iena incivile. Ti ho anche detto che ho una persona all’ospedale, capisco che non siano fatti tuoi e non te ne freghi nulla, ma un po’ di gentilezza e cortesia non hanno mai ucciso chicchessia.

Potevamo vincere la guerra?

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

20 pensieri riguardo “Quando vogliono farti passare a tutti i costi per quella che non sei

  1. Valy anche quando sei infuriata io ti immagino come Memole!! Sei uno spettacolo e definire una “iena incivile” esprime quanto il tuo animo sia irrimediabilmente buono.
    Non dubito naturalmente che tu ti sappia far intendere alla grande!😉💝

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Milena, ho trovato la cosa di una gratuità avvilente, pensava che sarei stata zitta 😯
      Non potevo esimermi dal farle notare quanto la gentilezza non le appartenga, in realtà mi dispiace per lei. È davvero molto indietro, anni luce e fa pure la splendida. Io sembro arrendevole, ma non lo sono ed è vero che non è stata l’,unica a farmi arrabbiare oggi, però mi sono arrabbiata perché è una prepotente ed io non sopporto le ingiustizie. Chissà quante persone ha trattato male.
      Non restituisco mai male per male, era proprio convinta di avere a che fare con un’idiota.
      Meglio idiota che iena, per giunta incivile! 😄😄😄
      Grazie Milena, mi ha dato il colpo di grazia, mi sento triste 💔
      Non diventerò cattiva, ma devo trovare un piano b.
      Un abbraccio e grazie ancora! 😉😄💝

      Piace a 1 persona

  2. purtroppo non sempre nei supermercati si trovano persone accoglienti, a me la cosa che da più fastidio, almeno in quello dove vado io, è quando cominciano a girare con quegli enormi pallet per mettere il materiale a posto, dico io, fatelo prima che arrivi la folla, già non si gira dalla gente che c’è, in più devi fare le gincane tra loro che devono mettere a posto la roba. Altro che pazienza che si perde, fare la spesa ormai diventa un incubo, per fortuna ci vado solo una volta a settimana e faccio la spesa per tutta la settimana.
    Se tua mamma vuole mangiare meglio vuol dire che il peggio è passato, sono contento che sia in fase di guarigione, un caro abbraccio per te Valeria, coraggio, ci vuole una pazienza immensa a questo mondo….🤗🤗🤗🤗🤗🤗😉👍😊😊❤❤❤

    Piace a 1 persona

    1. Hai ragione, è così fastidioso quando mettono la merce negli scaffali, tu la togli per comprarla e loro la mettono, ma hanno capito che è in vendita?
      Il colmo fu che un giorno presi un cazziatone da una che stava passando lo straccio mentre il supermercato era aperto ed io mi permisi di transitare. Ma passatelo dopo lo straccio o prima, non durante l’orario di apertura. Guardi se vuole, per farmi perdonare, mi dia pure il mocio che ci penso io. Questo successe un bel po’ di anni fa, non lo dimenticherò mai.
      In tintoria mi dissero che la colpa era mia perché la macchia l’avevo fatta io. Scusa se non ti ho portato il pantalone pulito.
      E la crema solare che non usciva perché bisognava aprire il tappo, a Sabaudia. Mia madre rispose: “Ma perché, secondo lei, non lo abbiamo aperto?”.
      Questi i capisaldi delle tre cose più assurde e incredibili che mi siano mai capitate….😄😄😄😁😁😁🤣🤣🤣😂😂😂😉😉😉
      Follia pura! 🤗🤗🤗🤗🤗❤❤❤

      Piace a 1 persona

  3. Anche a me è capitato di cambiare dei prodotti, perché l’acquisto sbagliato può sempre accadere.
    Ma non ho mai avuto a che fare con persone maleducate, anche perché poi per loro è un boomerang: il cliente scontento poi non torna.

    "Mi piace"

      1. Io sono sempre molto paziente, ma di fronte a prepotenze e prevaricazioni gratuite, esce la Valeria combattiva, anche in difesa di tutte le persone che avrà sicuramente maltrattato, sono stata una signora!
        Grazie Mitica Sister! 💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖💖

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: