La gioia di vivere fatta persona!

Dal web

Eccomi, mi presento, mi chiamo Valeria. Da piccola se mi dicevano Valeria poco seria, me la prendevo, non perché non accettassi la presa in giro, ma mi ritenevo molto seria, fin troppo! Anche se, fortunatamente, il senso dell’umorismo non mi è mai mancato e mi ha sempre salvata da ogni situazione, anche da una davvero incresciosa. Quando un sabato, stavo tornando a casa 🏡 da scuola 🏫 con due compagne. Eravamo uscite alle dodici e trenta e quel giorno non ci siamo intrattenute a parlare con i compagni, forse eravamo stanche, ansiose di tornare alle nostre abitazioni o chissà avevamo una festa 🥳 di sicuro però avevamo un appuntamento, piuttosto sgradevole direi. Io all’epoca ero piuttosto diffidente, del tipo che ascoltavo le raccomandazioni dei miei genitori e questo sconosciuto non aveva un aspetto né bello, né rassicurante, fosse stato Tom Cruise, il primo nome di un belloccio che mi è venuto in mente, vi assicuro che non sarebbe cambiato proprio niente. Insomma eravamo da poco maggiorenni, io avevo al dito un anello, regalatomi dalle mie zie, per i diciotto anni, pure personalizzato con una V , creato per me. Elena aveva sicuramente un paio di orecchini d’oro a cerchio e non ricordo cosa indossasse Carla, ma non andavamo in giro ricoperte d’oro. Insomma cominciò a chiederci se conoscessimo Via Tal dei Tali e simili, nemmeno esistevano. Finché ci disse di toglierci tutto, io all’inizio avevo pensato ai vestiti, sono sincera, lui disse tutte le cose d’oro che avete perché c’è una pistola puntata contro di voi da un mio amico e se non mi date tutto, vi spara.

Vi assicuro che fa un certo effetto sentirselo dire. Io, sapevo o meglio sentivo che la pistola non ci fosse, certo non potevo saperlo con sicurezza matematica. Fatto sta che gli dissi che c’era un problema. Ah sì? Mi rispose lui. Sì risposi io con decisione, avevo paura 😱 ma non lo davo a vedere. Gli dissi io l’anello te lo darei pure, ma non è mio, me l’hanno prestato e capisci bene che devo restituirlo, che figura ci faccio? Giuro, furono queste le parole, più o meno, il senso inequivocabilmente questo. Rimase spiazzato e mi disse che avevo ragione, se l’anello non era mio, non potevo darglielo. Andò avanti un altro po’, le mie amiche mi chiesero che cosa volesse. Io, arrabbiata 😠 risposi che vivevano nel mondo dei sogni, avrebbero potuto darmi una mano ✋️ in fin dei conti avevo salvato pure loro. Lui mi disse che eravamo su Candid Camera, voleva darmi la mano, me ne andai.

Ero arrabbiata con le mie amiche e per giunta dovevo prendere l’autobus per tornare a casa 🏡. Lì trovai mio padre e gli raccontai quanto mi era successo. Stranamente non ricordo cosa mi disse, ma è sempre stato amorevole, per me c’è sempre stato. Ovviamente chi mi prese in giro fu mio fratello, dicendomi tu ad un ladro dici così. Intanto ho salvato il mio anello, sembra quasi che ti dispiaccia!

Qualche settimana più tardi, Carla mi raccontò che al fratello, che tornava a casa con una compagna, capitò la stessa cosa. Stessa scena, stesso ragazzo, probabilmente tossicodipendente. L’amica del fratello si spaventò così tanto che gli diede quattro anelli d’oro e lui, mortificato, le disse incontriamoci nel pomeriggio che te li rido.

Per tanto tempo, continuai a stare in guardia 💂‍♀️ la paura 😱 non passò subito, l’anello per sicurezza lo lasciai a casa. Non ho inventato nulla! Comunque a ripensarci adesso, dopo vari lustri dell’avvenimento, mi viene ancora da ridere a ripensare che cosa mi inventai. L’importante è che funzionò! Eccome, se funzionò! 😅

Dal web

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

23 pensieri riguardo “La gioia di vivere fatta persona!

  1. piacere di conoscerti Valeria, mi spiace per quei brutti momenti, ma leggendo l’accaduto vedo che l’ironia alla fine non ti manca, meglio così, alla fine tutto è andato per il meglio. 😊😉👍
    Grazie per aver iniziato a leggere il mio blog, come avrai visto parlo solo di viaggi, ho appena iniziato una nuova narrazione giusto oggi…😊
    Un caro abbraccio, buona serata…🤗

    Piace a 1 persona

    1. Piacere mio Max. Il tuo blog è molto bello, mi dà la sensazione di viaggiare, sì il mio senso dell’umorismo e la mia ironia mi sono di grande aiuto! Aggiungo ottimismo, gratitudine e gioia di vivere! 😃
      Un caro abbraccio, buona serata, a presto! 🤗

      Piace a 1 persona

    1. 😂😂😂 con un panino 🍔 la felicità. Magari siete diventati amici. Vedi che però c’è un qualcosa che ci accomuna pure nelle nostre diversità!
      Sono felice 😃 che anche la tua brutta disavventura sia finita bene! 😅

      Piace a 1 persona

  2. Cara Valy, l’ironia come il sarcasmo ci aiutano ad affrontare i problemi e le situazioni che altrimenti sarebbero impossibili da superare. Ti capisco molto bene, quante le volte che “gli amici” potevano e magari dovevano fare qualcosa e invece niente, sempre io a dovermi inventare un modo per affrontare le difficoltà. Brutta esperienza lo so, ma ormai ci ripensi consapevole che quell’evento ti ha resa quello che sei, in ogni modo positivo tu voglia vederlo.

    Piace a 1 persona

  3. Fortunatamente ne sei uscita incolume !!! Ricordarlo adesso col sorriso è un tratto del carattere che ti appartiene, che accomoda anche uno spiacevole ricordo traendone uno spunto buono. Parafrasando una vecchia pubblicità: “L’ironia allunga la vita!” felice pomeriggio a te ed un abbraccio grande 🖤🖤🖤💖💖💖🌷🌷🌷🥰🥰🥰🌺🌺🌺

    Piace a 1 persona

    1. Sì, sono stata fortunata!
      Ci ripenso sorridendo, ma ho avuto paura 😱 per mesi in quel tratto di strada, spesso lo facevo da sola! 🖤🖤🖤💖💖💖🌷🌷🌷🥰🥰🥰🌺🌺🌺
      Buona serata, carissima Brigantia! ♥️♥️♥️

      Piace a 1 persona

Rispondi a Brigantia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: