La magia di intravvedere uno spiraglio

Foto 📷 personale

Credo che andiamo perdendo la capacità di sognare, ma io sono una persona ricca di inventiva. Quando non si poteva uscire, immaginavo di passeggiare per le vie del centro di Roma, rappresentava certamente una valvola di sfogo e nel contempo un’evasione. Prima mi riusciva più facile fantasticare, ma credo sia una delle tante caratteristiche che ho ereditato da mio padre. Come una memoria smisurata, una volta mi raccontò di un tema che aveva scritto da ragazzo, i suoi temi venivano spesso letti in classe, parlava di una baita, del crepitio delle fiamme, lo aveva descritto così bene che mi sembrava quasi di riuscire a vederlo. I miei nonni avevano un gran senso dell’umorismo, peccato che due di loro non li abbia conosciuti. I nonni sono delle figure di riferimento così belle. Quando mio padre mi racconta del padre, anche se non l’ho mai conosciuto, me lo immagino e penso che in fondo lo conosco attraverso i suoi racconti. Questo vale per buona parte dei miei antenati, come una certa zia Romelia, il nome la dice lunga e grazie a mamma non mi chiamo Adelia, come mia nonna 👵 con tutto il rispetto per te, nonna cara. Qui nel mio blog ho parlato di te, chissà se da lassù ne stai ridendo, chissà se ti arriva il mio pensiero 🎵 🎶 grazie Liga, ti devo un favore 😁

Dal web 💘

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

19 pensieri riguardo “La magia di intravvedere uno spiraglio

    1. Ho sempre qualche aneddoto da raccontare, con una mia cugina alla lontana, abbiamo riso sul nome Zezia per una giornata intera, in effetti faceva ridere.
      Io ho detto ai miei che se mi avessero chiamato Adelia avrei fatto un’insurrezione e sono un tipo pacifico.
      Sul mio nome ci sono scuole di pensiero, magari un giorno ci farò un post.
      Ciao Andrea, come stai?

      Piace a 1 persona

  1. Dovremmo imparare dai bambini: loro che ancora hanno la capacità di sognare possono insegnare tantissimo a noi adulti. Viviamo in una realtà fatta di mille cose da fare, sempre oberati da mille impegni ma sarebbe bellissimo fermarsi, anche solo per cinque minuti, e sognare, 😊.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: