Ti sono vicina

Dal web

Sono vicina a te che soffri non per compassione, perché credo che a nessuno piaccia essere compatito, a me, ad esempio non piace. So che cosa si provi a soffrire, a provare certo tipo di sofferenza, c’è dignità nel dolore, lo si indossa come fosse un indumento scomodo, ma all’occorrenza lo si mostra solo a se stessi perché la società ci impone di apparire in un certo modo, anche se non c’è nulla di male a soffrire, anzi.

Quante volte diciamo di sì agli altri e vorremmo dire di no, ma ci viene insegnato il sacrificio, eppure dicendo sempre di sì agli altri, forzatamente, finiamo inevitabilmente per dire di no a noi stessi e il corpo ci presenta il conto, dovremmo ascoltare di più la sua saggezza. Io soffro per il dolore altrui perché so bene che cosa si provi quando ci sentiamo come se fossimo trasparenti e allora ci sentiamo inadeguati, anche se non lo siamo. Dobbiamo solo darci il tempo di accoglierci senza giudicarci, anche nell’ambito della psicoterapia esiste la sospensione del giudizio, sono percorsi che ho intrapreso nella mia vita perché non nascondo la testa sotto alla sabbia e se ho un problema non svicolo nè cerco scorciatoie, del resto tutti abbiamo problemi, la vita stessa è fatta di problemi, tutto passa prima o poi…..e se c’è una cosa davvero bella al mondo è vivere, nonostante ogni difficoltà!

Dal web
Dal web

Questa immagine mi trasmette un’incredibile gioia, una fusione con la natura delle cose e di noi stessi, nonché il desiderio di condividere.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

4 pensieri riguardo “Ti sono vicina

  1. Grazie ❤️. Il mondo è bello perché esistono persone come te. A volte non è questione di compatimento, ma di necessita fisica che qualcuno si sieda accanto a te e ti tenga la mano. A volte si tratta solo di “perdere del tempo” accanto a quella persona. La mia solitudine è un buco nero, ma mi reputo una persona fortunata, ho un amico meraviglioso, gli dico sempre che per me è come ossigeno, sono seguita da uno psicoterapeuta moto in gamba, dopo esperienze drammatiche, ho lavoro che amo. Diciamo che mi fa male stare a casa, ma sono stata a contatto stretto con un positivo e non ho alternativa, almeno per un paio di giorni. Un abbraccio gigante.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie ❤ stare accanto alle persone e ascoltare la loro solitudine non è una perdita di tempo. Mi sento rassicurata dalle tue parole, fai bene allora a stare a casa, anche se capisco in che senso ti faccia male.
      Un abbraccio gigante.

      "Mi piace"

  2. condivido il tuo pensiero…
    credo che avvenga una rinascita proprio nel momento in cui si riesce a fare pace con sé stessi.
    quando riusciamo a trasformare quel Giudice Interiore (terribile e severo) che è sempre pronto a giudicarci in un Coach Gentile pronto a sostenerci ed incoraggiarci.

    sembra facile a dirsi, ma credo ci voglia molto tempo per riuscirci

    Piace a 1 persona

    1. Infatti è vero, ci vuole molto tempo, diciamo che ho cercato di trasformare una mia criticità in un punto di forza, ma quel giudice severo ogni tanto si riaffaccia. Ti ringrazio, mi è piaciuta molto la “metafora” che hai utilizzato.

      Piace a 1 persona

Rispondi a Leonardo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: