Post di rammarico

Penna, carta e calamaio, si fa per dire, come sapete ormai, scrivo per il mio piacere e se qualcuno di voi mi legge, mi fa ancora più piacere. Ca va sans dire, ma il mio vero desiderio è quello di comunicare e avere un riscontro. Spesso si riempiono comunicazioni piene di parole vuote, alla disperata ricerca di qualcosa di sensato da dire, in realtà a me piace comunicare e le conversazioni di questo tipo cerco di eliminarle. Non sempre riusciamo a comprendere e spesso veniamo fraintesi. Quello che mi ferisce è la noncuranza di certe persone, noi faremmo di tutto per loro e ci rendiamo conto di essere per loro del tutto trasparenti, parlo per me ovviamente.

Sono convinta che non ci voglia molto, se ti interessa davvero, il tempo per un amico lo trovi, altrimenti ti passa di mente o se anche ci pensi, non è il momento giusto oppure hai di meglio da fare. Tutto normale, ma umanamente come si fa a non avere aspettative? Sì d’accordo che la diversità è ricchezza, ma la noncuranza fa male. Sarà che io sono diversa, lo sono sempre stata, il tempo per gli altri cerco di trovarlo sempre, questione sempre di volontà.

Va bene così, prendo atto e vado avanti, è proprio vero che siamo solo per pochi. A volte mi sento un po’ scema, so di dover spesso frenare il mio entusiasmo, i miei slanci, ma è davvero così difficile e strano quello che penso?

Mi viene in mente quella canzone di Cocciante; “Non dico che dividerei una montagna, ma andrei a piedi certamente a Bologna, per un amico in più, per un amico in più perché mi sento molto ricco e molto meno infelice e vedo anche quando c’è poca luce per un amico in più, per un amico in più…………”. Quindi non sono l’unica, vabbè potreste dirmi che è solo una canzone, ma non lo è, è un modo di sentire, non farò amicizia con Riccardo.

Ci sono per chi vuole, sono solo rammaricata per quanti speravo ci sarebbero stati e non lo hanno fatto, per me non hanno trovato nemmeno cinque minuti, meglio guardare in faccia la realtà, di certo sopravviverò. Ripenso in modo particolare ad un’amica alla quale tempo fa rivolsi una provocazione e non ha nemmeno risposto, non ha nemmeno aggiunto una parola, si vede che non aveva nè voglia nè interesse, altrimenti cerchi almeno di chiarirti, ma un’altra amica mi ha insegnato che il silenzio è una risposta, ho capito che ha davvero ragione. Meglio un silenzio sincero che inutili frasi di circostanza.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

4 pensieri riguardo “Post di rammarico

  1. “penna ,carta e calamaio”….come si diceva una volta, oggi si scrive solo con il computer.
    Anche te , scrivi per ricevere un riscontro che spesso non c’è. Non so se tiriferisci al blog o alla vita reale e non vorrei entrare in discussioni private.
    un caro saluto 🙂

    "Mi piace"

    1. A me piace scrivere con il computer, ma preferisco scrivere su un quaderno con una penna. Credo che ognuno di noi desideri avere un riscontro, sia nel blog, che nella vita reale e non mi dispiace affatto che tu abbia fatto questa precisazione, anzi, con molta delicatezza oltretutto. Penso che già prima del Covid, faticavo a comprendere le persone, in generale, figuriamoci dopo. Non trovi anche tu che sia sempre più difficile comunicare e avere riscontri di qualità? Un caro saluto 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: