A caccia di felicità

In questo periodo mi capita di essere più riflessiva del solito, non che generalmente sia una che pensa poco. Mi piacerebbe riuscire a svuotare la mente, ma la trovo sempre piena di pensieri, non sempre è una cosa buona, specialmente di questi tempi.

Prima riuscivo ad essere sempre felice, partivo dal cominciare ad apprezzare le piccole cose, quelle che in realtà hanno un grandissimo valore e, se anche non era tutto perfetto, nella vita non lo è mai, riuscivo quasi sempre a trovare una valvola di sfogo o un pensiero positivo di salvataggio, che mi dava la forza di andare avanti serenamente.

Ora ho la sensazione di lasciarmi vivere, di andare avanti per forza di inerzia, mi sento come se tutti avessero una vita, tutti tranne me. Non mi sono mai misurata con l’esistenza degli altri, credo sia la cosa più sbagliata che si possa fare. Ognuno di noi ha un suo cammino, una sua strada da percorrere e mi piacerebbe avere la forza di riuscire a fare tante cose, poi mi scontro con la mia inadeguatezza, con la sensazione di avere poche forze, anche se mi rendo conto che non è così. Spesso queste sensazioni sono illusorie, completamente distanti dalla realtà.

Ieri mentre guidavo, rifletto sempre, anche mentre guido; pensavo alla felicità, al modo per farla stare con me in modo durevole, come succedeva anche prima, a prescindere da quelli che potessero essere i problemi e le difficoltà che stavo affrontando. Non penso affatto di poter essere felice in assenza di problemi, anzi è spesso proprio il superamento delle difficoltà che ci regala tanta gioia, la crisi genera forza, se sappiamo adeguatamente mettere a frutto la possibilità. Insomma pensavo alla felicità come ad un qualcosa di tangibile, da poter rinchiudere in una cassaforte o mettere da parte come un oggetto prezioso, però la felicità è volatile e non è un oggetto, è uno stato d’animo, un modo di vedere o sentire. Quel che possiamo trattenere è il ricordo di come ci ha fatto sentire, non esiste una gabbia dorata dove rinchiuderla, certo che se desideriamo tanto provare ad essere diversi, in qualche modo lo siamo già.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: