Questione di semi

Un piccolo seme per volta. Le cose non si fanno di fretta, anche se io ne ho tanta, è proprio una caratteristica del mio carattere, mi sento sempre in ritardo su tutto, come se ci fosse un cronometro pronto a calcolare i miei tempi, infatti non mi rilasso mai, sono sempre in competizione con me stessa, per cercare di dimostrare che valgo, ma valgo a prescindere, ormai lo so, anche se sapere e prendere atto sono due azioni molto diverse tra loro. Infatti detesto le competizioni, di qualunque genere siano.

Ho capito che è importante accettare le situazioni in generale e di seguito, è importante accettarsi, così come si è, limiti compresi.

Il lavoro mi è mancato per troppo tempo e ancora continua a mancarmi.

Ci tengo alla mia indipendenza. Devo sapere che posso contare su di me, ne ho bisogno.

Le persone mi feriscono facilmente, sono io che mi lascio colpire.

Mi sento particolarmente fragile, come se avessi la pelle sottile, sottile veramente, troppo.

Bisogna essere forti e lo sono, ma mi sento così stanca.

Mi sento come se fossi intrappolata in uno strano ingranaggio, caricato due volte, ma in senso opposto e contrario, è una sensazione davvero strana, difficile da spiegare.

Lascio sfogare il dolore, l’illusione, le falsi illusioni con le quali mi ha irretito, cercando di tenermi legata, pur essendo svincolata del tutto da lui, da un rapporto che diceva di volere, tanto ne era tentato, poi però ha sempre fatto marcia indietro.

Perciò il dolore, le illusioni, le delusioni, le disillusioni, la rabbia. Alla fine mi ha solo illusa.

Per poter crescere dobbiamo guardare in faccia i nostri limiti, privilegiare i propri limiti mi sembra un buon punto di partenza.

Valeria D’Andrea

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: