Ritorno alla normalità

Sempre che di normalità si possa ancora parlare, a me sembra da molto tempo ormai, che non ci sia più nulla di normale, ma perché deve essere tutto così strano?

Comunque mi sento più tranquilla, più in pace con me stessa sicuramente e non è poco. So che tutto quello che faccio mi costa fatica, tanta fatica, cerco di fare le cose per bene, altrimenti preferisco non farle affatto, poi è chiaro che, per forza di cose, sono tante le situazioni che vorrei curare e mi sfuggono, il problema è che mi sto facendo carico di troppe cose, ma il punto è che a me non è concesso di essere fragile perché io sono quella forte, quella che deve sempre intervenire in aiuto degli altri, la paladina del bene, un ruolo scomodo, puntualmente me la prendo nel taschino. Sono così stanca, eppure non riesco a fermarmi. Il corpo lo sento tutto teso come una corda di violino, non è una bella sensazione. Mi fanno male le giunture dei polsi, delle spalle, della schiena, il collo è rigido, sono così stanca di combattere contro i mulini a vento. Le persone sono sfuggenti e il Covid continua ad avanzare, a mietere vittime, certe volte mi domando se riusciremo mai a venirne fuori. E’ una punizione? Una rivolta della natura nei confronti dei nostri comportamenti sbagliati? Penso di sì. Anni fa ormai, dal momento che il tempo vola, stavo nella mia auto, ero uscita per fare delle commissioni, in un giorno qualsiasi, il Covid era lontanissimo, quanto vorrei che potessimo presto pronunciare questa frase e mentre guidavo per tornare a casa, alla radio ho sentito una notizia davvero sconvolgente. “Si sta rompendo l’impianto di raffreddamento del pianeta”, sono rimasta scioccata, sebbene ci fossero tanti segnali che lo lasciassero intuire. Come possiamo vivere in queste condizioni?Ogni giorno sembra affacciarsi un’emergenza nuova. Sono frastornata, lo confesso.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: