The purloined phone

Il titolo originale, naturalmente era The purloined letter, di Edgar Allan Poe. Oggi sulla spiaggia, si è verificato un giallo, ma no, un episodio di ordinaria normalità. Purtroppo per i tempi che viviamo. All’inizio ho cominciato a sudare, poi ho mantenuto la calma, del resto che altro avrei potuto fare? Non vi racconterò subito quello che abbiamo fatto e come ci organizzeremo, vorrei solo dire che l’Universo è stanco di noi, per tutte le cose che combiniamo e si ribella. Io cerco di fare del mio meglio, ma non sono perfetta, commetto anche io errori di ogni genere. Ultimamente sono stata sopra le righe perché sto vivendo un periodo così triste, mi sento come se si fosse rotto qualcosa dentro di me. Non mi riferisco al telefono, questa è solo la punta dell’iceberg. Ma non dovevamo diventare essere umani migliori, con sentimenti più adeguati? E’ tutto così surreale. Ti contattano persone su Facebook che ti fanno le richieste più assurde, le più disparate! Certo è un bacino di utenza notevole, ma devono affluirvi individui riprovevoli, che non hanno alcun rispetto per il fatto che tu sei lì per lavorare, non certo per metterti in mostra, per fare il giullare o perché ogni giorno posti dei messaggi perché non hai altro da fare che esporti in una vetrina digitale per ascoltare indecenze. Si offendono pure se glielo fai notare. Considerano una cosa fuori dalla norma trattarti come un essere umano, che romanzo. Ma perché a quale genere appartengo esattamente? La pandemia doveva renderci esseri umani migliori, io dico che stiamo peggiorando e la situazione, sotto tutti i punti di vista, non sembra destinata a migliorare. Mi sveglio ogni mattina, contenta, felice e grata per esserci ancora, sorrido, anche se a volte non ne ho voglia, non fosse altro che per cercare di dare il buon esempio. “Bisognerebbe cercare di essere di buon umore, non fosse altro che per dare il buon esempio.” Diceva Voltaire, ma mi domando quanto durerà questa giostra mediatica.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: