Come si fa?

“Adesso come facciamo, non dovevamo arrivare lontano?” E’ una frase tratta da una canzone di Luca Carboni, credo da Silvia lo sai, ma fa proprio al caso mio, al nostro. Ora siamo io e te, papà. Sai quanto io ti voglia bene e mi dici sempre “io di più, molto di più”. Di conseguenza io rispondo perché non sai quanto te ne voglia io. Il punto è che sono arrabbiata, tanto arrabbiata e questa rabbia non scema nel corso dei giorni, si rafforza. Lo so, è una cosa brutta, ma a voi non è mai capitato di essere arrabbiati con vostro padre?

E’ cocciuto, coriaceo, “cocc d menteon”, si dice così in Abruzzo, la sua madrepatria, però a volte, devi fare un passo indietro e lasciare che tua figlia faccia le sue scelte, a costo di sbagliare. Ancora pretende di sapere cosa sia il meglio per me, vorrebbe decidere al posto mio. Vuole, parliamo secondo i fatti. Vuole, decide, pretende che si faccia come lui ha deciso. Non è mai stato un padre padrone, per carità, anche se, mi rendo conto ora, con il senno di poi, che pur non essendolo stato, ha affermato sempre le sue decisioni. Ancora non mi va di entrare nello specifico. E’ un argomento troppo doloroso. Papà ho quarantanove anni, non ti ho mai chiesto niente, ho fatto sempre le cose nel migliore dei modi, quantomeno ci ho provato con tutta me stessa, ma per una volta che ti chiedo una cosa, che tra l’altro mi spetta, mi dici di no e vuoi decidere tu. Sono assolutamente convinta che tu lo stia facendo per il mio bene, ma il mio bene o il mio male, in questo caso, non si sa, lo scopriremo solo vivendo, per una volta, una volta almeno, vorrei deciderlo io.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: