Sono stanca

Sono veramente stanca, eppure non riesco a fermarmi, è questa la mia condanna. Scrivere mi piace così tanto che fa parte di me, il problema è che si aggiunge tutto il resto. In questo momento prevale il dolore, un forte dolore prende il sopravvento. Il non poter mai diventare mamma, anche se per esserlo non devi necessariamente generare e allora penso che mi riempio di cose da fare, prima di tutto perché mi piace essere attiva e poi indubitabilmente per riempire un vuoto che non potrà colmarsi mai. Se anche adottassi un figlio, cosa onorabile peraltro, non riuscirei comunque a sapere che cosa si provi a sentirsi crescere un bambino nel grembo e allora mi domando perché questa gioia mi sia stata negata. Sarei stata forse una madre terribile? Non potrò mai trovare una risposta adeguata, ma nel contempo non posso fare a meno di domandarmelo. Non sono una persona rancorosa, amo la vita, assolutamente e cercherò in ogni modo di onorarla, però quel vuoto è prepotente e d’estate si affaccia perché mi pone di fronte a tante situazioni che d’inverno sono meno evidenti, pur essendoci. E’ andata così, ma non riesco a rassegnarmi. Mi assalgono sentimenti in contrasto ed è difficile ricomporre tutto il caos per ritrovare il bandolo della matassa. Perché? Ho sempre sentito che non sarebbe mai successo, di solito le mie sensazioni non sbagliano, anche per questo ci sarà una spiegazione, ma per quanto mi sforzi, non riesco a farmene una ragione.

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: