Torno a scrivere

Sono qui di nuovo, al punto di partenza. Come un corridore che si posiziona, pronto a sfrecciare e di corse da ragazza ne ho fatte, proprio in tutti i sensi, corse per non perdere l’autobus per andare a scuola, per non arrivare tardi. Quante versioni ho tradotto sull’autobus, un po’ per passione e anche per anticiparmi i compiti, che erano tantissimi. Non sempre riuscivo a finirli tutti, eh sì che studiavo, poi figuriamoci con la mia coscienza così rigida è stato sempre difficile fare i conti, ancora adesso ogni tanto scambiamo opinioni vivaci, anche se con il tempo, fortunatamente, si impara e si acquisisce leggerezza. Continuo a correre per prendere il treno, anche se attualmente lo prendo meno. Con la macchina mi piace correre, ma rispetto i limiti di velocità e sto sempre molto attenta, quante volte ho sognato di guidare quando non avevo ancora la patente, correvo per l’Appio Claudio, quando giocavo a soft ball, gli allenamenti erano duri, mi è sempre piaciuto lo sport, anche se papà mi ha sempre seguito come un’ombra, aveva sempre paura che mi stancassi o che andassi in debito di ossigeno, la qual cosa è successa perché io correvo veloce come il vento. Poi sono nata con il soffio al cuore e il forellino interventricolare si è chiuso da solo nel primo anno di vita. Mi spiegarono che fu come se mi avesse operata al cuore Madre Natura, meno male, che fortuna perché nella mia vita di operazioni ne ho fatte anche troppe per i miei gusti, ma non mi lamento. Lassù qualcuno mi ama e ne sono fermamente convinta. Ciao zio Francesco, sono sicura che da lassù fai il tifo per me. Ti voglio tanto bene, mi manchi molto, quante cose vorrei raccontarti. Ti ricordi di quella sera d’estate che siamo andati al Cinema io e te? Fu una serata magica, che nostalgia, serbo tutto questo nel mio cuore, non potrebbe essere diversamente. Qualche volta non ci siamo capiti forse, ma ci ha sempre legati un grandissimo affetto, ricordo tutte le nostre telefonate. Ciao zio, ora ti auguro la Buonanotte! Ti voglio tanto bene. Di sicuro saprai che non sono diventata mamma, ma, come dice Padre Ignazio, è questa la mia maternità e una persona speciale pochi giorni fa mi ha definita la Grande Mamma, dice che sono la mamma di tutti. Le voglio bene, penso che mi abbia capita! Lo ha fatto da subito!

Pubblicato da valy71

Sono appassionata di scrittura da sempre, cerco il mio posto nel mondo ed è proprio per questo motivo che ho deciso di approdare qui. La parola chiave del mio Blog è decisamente l'Amore, l'amore per la vita, in tutte le sue forme e nelle inevitabili diramazioni che la vita ci impone. La vita ci insegna anche quello che non vorremmo mai imparare, lo ripeteva spesso una persona che ho amato tanto, con tutto il cuore, una donna meravigliosa che ora ci osserva e ci protegge da lassù e sono certa che mi voglia bene, come io ne voglio a lei, la amerò per sempre, anche se il destino, che davvero ha molta più fantasia di noi, ha deciso di separare, per così dire, le nostre strade, ma per volersi bene, non basta che amarsi, anche se non ci si vede e non ci si sente più. Il mio dolce saluto arriva fino a lassù e la raggiunge. Le auguro di riposare in pace e di trovare quella felicità che nella vita ha saputo assaporare, nonostante le mille difficoltà che ha incontrato e superato brillantemente. Non fu subito amore a prima vista tra noi, ma abbiamo imparato a volerci bene e a rispettarci. Dove c'è rispetto, c'è amore! Valeria D'Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: